Stramilano… Siamo arrivati!!!

Una giornata davvero magnifica… Tutto è iniziato alle 7:15 di domenica mattina in Piazza Duomo dove quasi, io e l’amico innovatel, avevamo il dubbio di aver sbagliato il giorno dato che insieme a noi c’erano si e no altri 30 podisti. Non voglio annoiarvi raccontando nel dettaglio la giornata ( se siete curiosi leggete il post di innovatel “Stramilano 2008 – Traguardo tagliato!” che è stato a dir poco meticoloso nei dettagli!) ma mi limiterò a cercare di esprimere le emozioni e le sensazioni che ho provato.

Appena arrivati, dopo una piccola sosta al bar vicino per un caffè che mi ha decisamente aiutato ad uscire da un leggero senso di rimbambimento postsonno, siamo entrati nella “zona di partenza” che molto saggiamente abbiamo percorso in continuazione per non rimanere congelati. Sarà stata una mia impressione (e anche quella di innovatel) ma faceva davvero freddo! Col passare dei minuti aumentava una sorta di tensione muscolare e psicologica e in me si manifestava una consapevolezza: non sarei mai riuscito ad arrivare alla fine! Erano solo 12 km ma nelle 2 settimane antecedenti la gara sono rimasto praticamente bloccato alla gamba dx per colpa del ginocchio… un dolore che si faceva sentire ad ogni tentato movimento della gamba e mi impediva di fare una qualsiasi scaletta. Ovviamente quel giorno il dolore non ha fatto vacanza e mentre camminavamo avanti e indietro la gamba faceva dei capricci.

Poco prima della partenza e dopo esserci tolti la tuta che aveva il compito di tenerci leggermente in temperatura, ci siamo posizionati in griglia. L’ansia da prestazione (mi era stato detto che a volte poteva venire questa sensazione in alcuni momenti… e non riguardava certamente la corsa! 😛 ) era a livelli tali da indurmi quasi a filarmela via e tornare molto allegramente nel mio caldo lettuccio ma tutto sparisce d’improvviso nell’attimo in cui il cannone spara il suo colpo e vedo innovatel sussultare. Nell’osservare la sua reazione mi si riempe la testa di un’allegria stupida (quella che di solito viene ai matti in manicomio, avete presente?) e così inizio a correre (oddio!!! Correre è un parolone dato che la ressa era tale da impedire qualsiasi movimento che richiedesse l’allungo della gamba di più di 10 centimetri).

Bello… Emozionante… Tutta quella gente che correva… Quel fiume umano che seguiva il corso dell’asfalto… La mischia ha la capacità di darti quella sorta di potenza che ti permette (forse sarebbe più appropriato dire che “mi” permette) di avere un’andatura costante senza sentire un’eccessiva stanchezza. Stupendo era vedere che piano piano la gente mi sfilava ai lati perchè io e innovatel li superavamo… nei primi chilometri abbiamo superato molti podisti (o passeggiatori???) e questo mi ha permesso di avere la piccola illusione che magari sarebbe andata così per tutto il tempo della corsa… Ovviamente sbagliavo di grosso! 12 km in cui ho sempre visto sfilare gente… All’inizio perchè noi li superavamo… Alla fine perchè erano loro a superare noi! 😀

Al 6° km compare “l’oasi” del ristoro… Pareva un miraggio! Non ero stanco ma l’idea di poter innaffiare con un qualsiasi liquido la mia povera gola che iniziava a diventare ormai secca e arida mi ha quasi riempito di emozione. Mi sono fermato (se per fermato si intende rallentare e prendere al volo la roba…) e per un attimo ho perso di vista innovatel… Nel dubbio che lui fosse talmente folle da non volersi rinfrescare l’ugola, ho pensato bene di prendere qualche liquido anche per lui scoprendo poco dopo di aver avuto la medesima idea dato che quando l’ho ripreso aveva due bicchieri in mano.

Al 9° km circa la pesantezza alle gambe ha iniziato a farsi sentire con insistenza e ho commesso un’errore stupido… Bere dell’acqua camminando. E’ stato per pochi metri ma sufficiente per farmi perdere la potenza. Per fortuna a livello psicologico reggevo ancora, così ho continuato ininterrotamente a correre.

Il crollo psicologico (lì ho capito che non sarei riuscito a concludere la gara) l’ho avuto all’entrata di parco sempione quando dovevamo salire la scalinata che portava verso la fine. Non sono riuscito a salire le scale di corsa, il ginocchio era ritornato a martellare come un forsennato e la stanchezza mi stava quasi demoralizzando. Riprendere la corsa dopo le scale è stato a dir poco faticoso ma, non so bene come, sono riuscito ad arrivare al traguardo ancora correndo! 😀

Finito il percorso e dopo aver fatto pochi movimenti di deaffaticamento la stanchezza è svanita, i dolori si sono attenuati e quasi ero pronto a ripartire per altri 12 km. Ma tutto questo non l’ho detto a innovatel… Nel dubbio che magari gli venisse lo schiribizzo di rimettersi a correre ho ritenuto più saggio stare zitto! 😉

Annunci

16 Responses to Stramilano… Siamo arrivati!!!

  1. innovatel ha detto:

    VAI RAGAZZO … SEI UN MITO!!!!!!!

    E’ bellissimo il tuo racconto … mi piace davvero tanto … ehhh si già … e te non sai che mi ha detto questa sera mamma … 😀

  2. Il mondo di o.z. ha detto:

    Grazie!!!! 😀 Son felice che ti sia piaciuto!
    Che ti ha detto la mamma???

  3. innovatel ha detto:

    Mamma non è stata l’unica persona a farmi il cazziatone … dopo posto tutta la storia 😛

    ciao ragazzo 🙂

  4. Il mondo di o.z. ha detto:

    stasera appena riesco leggo! 🙂

  5. elis ha detto:

    ti ri-faccio i complimenti ma ne approfittavo, giusto così, perchè…mmm..mi son presa un colpo in verità!
    quando in un tuo commento altrove ho visto “parigi e qualcosa”!ma nun puoi chiamarmela in quel modo!!è una Signora gara! 😦
    😛
    scusa l’intrusione. passo e chiudo. 😀

  6. Il mondo di o.z. ha detto:

    @elis: Ahahahah perdonatemi ma non sono molto afferrato nel ciclismo! 😛
    Cercherò di rimediare… ok? 😉

  7. elis ha detto:

    ma si dai, il colpo al cuore che mi sono presa dopo aver letto Parigi e QUALCOSA(!) mi è passato..per me sei perdonato infondo nemmeno io me ne intendo molto di altre cosa, passando di qui mi viene in mente la F1.. 😛

  8. Il mondo di o.z. ha detto:

    @elis: Ecco vero…. Ricordo… Allora siamo pari!!! 😉

  9. Irish Coffee ha detto:

    non posso crederci, eri in p. duomo 🙂
    ti faccio i complimenti e mi leggo il racconto
    con molto piacere 🙂

  10. Il mondo di o.z. ha detto:

    @Irish Coffee: Azzo è così strano che io possa correre? Ahahahah 😀
    Per l’anno prossimo punto ai 21 Km!!!

  11. Graziano ha detto:

    Manco con la bombola dell’ossigeno ce la faccio!

  12. Il mondo di o.z. ha detto:

    @Graziano: Oh dai addirittura? Ahahahahah 🙂 Anch’io credevo di non farcela… Però l’ambiente, la situazione e le persone riescono a caricarti molto!

  13. Graziano ha detto:

    manco l’ambiente mi aiuta!

  14. innovatel ha detto:

    @Graziano -> che la forza di Tux sia con te 😉

  15. Graziano ha detto:

    la vedo dura, anzi impossibile, manco con tux 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: